Busto S.Agata

La festa di Sant’Agata, patrona di Catania, è una festa tra le più belle al mondo, dal 3 al 5 febbraio tre giorni di culto, devozione, folclore, tradizioni. Ogni anno Catania offre una festa straordinaria In quei tre giorni la città dimentica ogni cosa per concentrarsi sulla festa, misto di devozione e di folklore, che attira ogni anno sino a un milione di persone, tra devoti e turisti.

Tutti indossano il sacco bianco votivo e a piccoli passi, tra la folla, trascinano il fercolo che, vuoto, pesa 17 quintali, ma, appesantito di Scrigno, Busto e carico di cera, può pesare fino a 30 quintali. Agitando bianchi fazzoletti, gridano: cittadini, cittadini, semu tutti devoti tutti, cittadini, viva sant’Agata, un’osanna che significa anche: “sant’Agata è viva ” in mezzo alla folla. Il giro si conclude la mattina del 6 Febbraio quando il fercolo ritorna in cattedrale.

CANDELORE Cosa sono?
La festa di Sant’Agata è legata alla tradizionale sfilata delle candelore, enormi ceri rivestiti con decorazioni artigianali. Le candelore precedono il fercolo in processione. Sono portate a spalla da un numero di portatori che, può variare da 4 a 12 uomini.Ad aprire la processione è il piccolo cero di monsignor Ventimiglia. Il primo grande cero rappresenta gli abitanti del quartiere di San Giuseppe La Rena . È seguito da quello dei giardinieri e dei fiorai. Il terzo è quello dei pescivendoli. Il cero che segue è quello dei fruttivendoli. Poi quelli dei macellai ,pastai,pizzicagnoli e panettieri e a finire la candelora del circolo cittadino di sant’Agata

Peso0.1 kg
Dimensioni5 × 7 cm

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Solamente clienti che hanno effettuato l'accesso ed hanno acquistato questo prodotto possono lasciare una recensione.